dal 21 giugno al 5 luglio 2009
GALLES ED ISOLA DI MAN
…diario di viaggio del "Grigione"…

vista gruppo

21 giugno 2009 …sul Gottardo: come Mosè divise il Mar Rosso…

Dopo il passo riprendo l’autostrada direzione Basilea, la rimollo di nuovo a Mulhouse in Francia, direzione Epinal-Nancy. E proprio verso Epinal, nell’attraversare uno dei tanti paesini deserti della domenica pomeriggio, ho un incontro ravvicinato con i radar mobili della Gendarmeria francese.

Che dire, abbozzo, pago e riparto, salvo poi scoprire che c’era la gendarmeria 300 metri dopo: non avendo niente da fare sono usciti per fare cassa, credetemi nel deserto…. Tutto il mondo è paese. E poi che soddisfazione, essere all’altezza del Presidente (P maiuscola) del nostro Motoclub, che si era immolato per la causa in circostanze analoghe 20 giorni prima quasi nello stesso posto e per la stessa somma!

Che il viaggio appena iniziato mi stia già trasformando in filosofo? Preoccupante.

Mi fermo a dormire ad Epinal in uno dei tanti Etap del gruppo Accor (graziosa la receptionist); ma come poteva concludersi la giornata passata fra freddo, pioggerella e “scontro a fuoco” con le forze dell’ordine francesi? Sotto scrosci di pioggia, naturellement, che mi costringono ad entrare nella prima brasserie che trovo, dove con 7,4€ mangio due salsiccioni formato pitone con birra e dopo aver lasciato pozzanghere in mezzo locale. Mi consolo pensando che in fondo il bello deve ancora venire, sperando di non fare dell’ironia involontaria…. Comunque, grazioso il paesino, dove impazzano concertini in ogni angolo (nel frattempo è spiovuto un po’).

Ed ora eccomi qui in camera del “grand hotel” a scrivere queste note, circondato dalla roba appesa ad asciugare, 500 chilometri percorsi e pronto ad un bel sonno d’angioletto per affrontare la seconda tappa che mi porterà, spero, a Calais.

close window