dal 21 giugno al 5 luglio 2009
GALLES ED ISOLA DI MAN
…diario di viaggio del "Grigione"…

vista gruppo

24 giugno 2009 …"Daniela"

Siete ancora vivi? Alle fanciulle non è cresciuta la barba ed i maschietti non fanno come Tafazzi? Beh allora potete ancora farcela, in fondo siamo ancora all’inizio del racconto, ah che sadismo….

Insomma il gran giorno è arrivato, dopo lunga preparazione il D-Day del grande sbarco è infine giunto. Anche oggi nessuna nuvola in cielo, perfino caldo, ed è ancora molto presto! La mia belva, quando si avvia, sembra impaziente per il balzo finale. Anche oggi gran traffico, stavolta sulla M6 e poi sulla M62. Vi avevo parlato dell’emozione come sentimento dominante del viaggio, beh eccola di nuovo e più forte quando leggo le indicazioni Liverpool - Car Ferry. Che volete farci, ad una certa età…

Entrato in Liverpool (…all you need is love, pappaparapa…) inizia il problema di capire qual è il molo giusto per l’imbarco. Contrariamente a quanto letto da qualche parte, ci sarebbero dovuti essere cartelli indicanti il molo per Man, invece nisba, tanti bei moli, ma verso quale dirigermi? Alla fine fra info strappate al volo dalle auto in coda con me al semaforo rosso e solito benedetto benzinaio, e con l’aiuto decisivo di una pattuglia della police presa al volo (eccheccavolo, serviranno pure a qualcosa…) eccomi all’imbarco giusto. A beneficio di chi vorrà avventurarsi in futuro, fare riferimento agli Albert Docks, di fronte al Crown Plaza Hotel, sotto il mitico (e brutto) Liver Building.

Al gabbiotto dell’area di sosta che precede il ticket office e l’imbarcadero vero e proprio, ricevo le informazioni finali da una bella e simpatica signora in perfetto italiano: nata ad Asti e trasferita qui da piccola. Non vi dico il sollievo dopo aver sofferto il micidiale accento del nord. Grazie Daniela!!

close window