dal 21 giugno al 5 luglio 2009
GALLES ED ISOLA DI MAN
…diario di viaggio del "Grigione"…

vista gruppo

26 giugno 2009 …la belva pronta alla partenza…

Dormo peggio del solito, qui comincia a far luce ben prima delle 4 del mattino e va avanti ben oltre le 10.30 di sera! Comunque raga, stamattina due giri, dico due giri del mitico circuito: Bray Hill, Quarter Bridge, Union Mills, fino alla famosa curva di Creg-ny-Baa e via fino all’arrivo. Altro che Albertosi, Burgnich, Facchetti……Mica micio micio bau bau….

Calma, fermi tutti, 2 giri a rigorosa velocità codice, guidando ovviamente solo a sinistra, magari dietro un camion o con lavori in corso, solo sul tratto della montagna è permesso aprire il gas, cosa che ovviamente non mi sono lasciato sfuggire. Mi han detto tutti che qui sono severissimi nei controlli.

Comunque c’è da rabbrividire a pensare ai matti del TT, basta vedere le strade, le traiettorie non sempre interpretabili, i salti, l’ombra fitta degli alberi che si alterna alla luce, roba da svitati. Ad ogni modo il percorso, al di là del mito, è bellissimo e i circa 60 km finiscono che manco te ne accorgi (esattamente 37,73 miglia, altra magia numero palindromo, si legge allo stesso modo da destra e da sinistra). Pensate che qui hanno corso tutti i grandissimi, come Mike “the bike” Hailwood, SuperAgo, Joe Dunlop, ecc. Le strutture restano fisse, le curve tutte segnate, le più impegnative con qualche cuscinone vecchia maniera legato agli alberi, marciapiedi, muretti a pochi centimetri da te… brrrrrrrrr.

Di una giornata così, fortuna per voi, resta una cronaca stringata, tutto il resto mi spiace resterà dentro di me per sempre. Dai, è stato anche un modo per “festeggiare” a distanza il compleanno di mia moglie: tantissimi augurissimi Cherubina e grazie per avermi sopportato (e supportato) per tutti questi anni; ma anch’io miiiiii… Stasera salto la cena a causa della dieta non proprio mediterranea, senza rinunciare ad una pinta di ottima Carling.

close window